WhatsApp: +86 -1866 -5800-742 info@doitvision.com

Come calcolare il consumo energetico del display LED?

by | 24 giugno 2020 | Blog | 0 commenti

Durante la ricerca di un file appropriato Display a LED schermo, il consumo energetico risulta essere uno dei fattori importanti. Mentre la dimensione, passo e risoluzione dei pixel svolgono un ruolo significativo nella selezione, l’efficienza energetica finalizza la decisione con la certezza di quanto spenderanno per l’elettricità.

Per cominciare, gli acquirenti sono tenuti a determinare la tensione di ingresso e la corrente utilizzata dagli schermi LED. Sulla base di uno studio, la corrente di ingresso migliore o ideale è di circa 20 mA, mentre la tensione per un Display a LED dovrebbe essere 5V. Tuttavia, ci sono alcune prove che accertano il fatto che la corrente del LED non può arrivare fino a 20 mA mentre il consumo energetico previsto è di 0.1 W (20 mA x 5 V). Oltre a ciò, di seguito sono riportate alcune considerazioni importanti da considerare durante il calcolo del consumo di elettricità da parte degli schermi LED:

display led a risparmio energetico

Indicatori del consumo energetico

Alcuni dei fattori che vale la pena considerare che spiegano il consumo energetico dei LED sono:

  • Massimo utilizzo

Display a LED utilizzati per produrre immagini visive dalla sorgente di ingresso con l'aiuto di singoli diodi o pixel utilizzando diversi colori e intensità. Quando si tratta di creare un file full schermo nero, i diodi non funzionano in alcun modo mentre, per uno schermo bianco, tutti si mettono al lavoro e rimangono al massimo fino al momento del bisogno.

Secondo gli esperti, il consumo energetico massimo si riferisce a una situazione in cui lo schermo funziona alla massima potenza con una luminosità ottimale per creare contenuti completamente bianchi. La potenza utilizzata così misurata è considerata massima con un piccolo margine per i fattori ambientali.

  • Utilizzo energetico del livello di nero

È un tipo di consumo energetico che consente ad altri componenti, ad eccezione del LED, di funzionare senza creare contenuti. In altre parole, i diodi sono spenti mentre le schede riceventi e i driver sono in funzione e quindi utilizzano una certa energia.

  • Consumo energetico in standby

Quando il Display a LED è in modalità standby, gli stessi componenti entrano in modalità di risparmio energetico e necessitano comunque di energia per continuare a funzionare. Questo consumo energetico è abbastanza al di sotto del livello del nero. Un fatto degno di nota è che il contenuto non è necessariamente bianco o nero, ma è anche di colori diversi a seconda dello scopo per cui viene installato.

Fattori che influenzano il consumo energetico di un display a LED

Dopo aver preso conoscenza degli indicatori di consumo energetico, di seguito sono riportati alcuni fattori da prendere in considerazione:

  • Pianificazione temporale: Consumo energetico del display LED può essere controllato con l'aiuto di un'applicazione software. Gli utenti possono anche regolare le impostazioni di luminosità rispetto alle necessità del momento, garantendo così la migliore visualizzazione delle immagini nel risultato.
  • Sensore di luce: I cosiddetti dispositivi fotosensibili, i sensori di luce hanno il compito di misurare il livello di luminosità nell'ambiente circostante in modo da consentire la Display a LED per regolare la sua luminosità di conseguenza. Consentono agli utenti di impostare la soglia di luminosità e le curve di comportamento in modo che gli spettatori possano avere una buona esperienza visiva.
  • Caratteristiche di attenuazione: Dopo aver lavorato per un certo periodo di tempo, il livello di luminosità inizierà a diminuire. Ciò provoca incoerenze nella formazione del colore e un'attenuazione della luminosità dei LED verdi, blu e rossi. Con 1000 ore di alimentazione, ovvero 20 A, l'attenuazione del rosso deve essere inferiore al 2% mentre l'attenuazione del verde e del blu deve essere pari o inferiore al 10%. Ciò significa che i LED verdi e blu non utilizzano elettricità da 20 mA, il che significa che l'elettricità ha un impatto significativo sulle caratteristiche di attenuazione.
  • Modalità di funzionamento: I driver LED sono progettati per fornire un'alimentazione costante, regolata e sufficiente. Un driver a corrente costante (CC) o una soluzione a modulo singolo è responsabile della regolazione della corrente direttamente al LED.
  • Requisiti di alimentazione dell'applicazione: Nel corso di un paio d'anni, le capacità di gestione della potenza dei LED bianchi a chip singolo si sono evolute da pochi milliwatt a watt. Anche l’efficienza della loro emissione luminosa, solitamente in lumen per watt, è passata da 10 lumen/watt a oltre 100 lumen/watt. Per quanto riguarda la moderna illuminazione a LED, l'illuminazione può variare da 1 watt a centinaia di watt. Inoltre, ricorda che forma e dimensione saranno diverse insieme alle funzioni e alle caratteristiche.

Consumo di elettricità da parte dei pixel LED

Teoricamente, i pixel LED funzionano a 5 volt con corrente 20 mA, il che significa che il consumo energetico di ciascun pixel è 0.1 (5 V x 20 mA). Gli acquirenti possono facilmente determinare il consumo energetico totale del Display a LED.

Schermi LED a risparmio energetico

Considerando la necessità di risparmiare energia in un modo e nell’altro,produttori di display a led introdotto una serie di efficienza energetica Display a LED schermi con tecnologia avanzata. Ciò che differenzia questi LED è il consumo di tensione pari a soli 2.8 Volt, che consente di risparmiare circa il 50% di energia.

Ma la vera domanda è: quanto possono risparmiare questi LED? Basato sull'ingombro della segnaletica elettronica e sulle tariffe elettriche, utilizzando un display LED da esterno da 750 watt/m2 può ammontare a centinaia di dollari in un anno. Con una tariffa elettrica di 2$/kW e 7000 kilowatt/anno (2 m2 x 365 giorni x 400 w/m2 x 24 ore). Si può quindi affermare che un LED può far risparmiare fino a 700 dollari in un anno, il che è in realtà una buona stima.

Costi dell'elettricità

Il consumo energetico e i relativi costi dipendono dalla tariffa elettrica, dal livello di luminosità e dalla risoluzione dello schermo. Di seguito la tabella che riporta le stime dei consumi energetici degli ambienti esterni e Display a LED interno che può aiutare gli acquirenti a trovare l'opzione giusta che possono permettersi in base al loro budget:

Tipo di visualizzazioneLivello massimo di luminosità (nits)Consumo energetico medio (W/m2)Costo energetico medio (annuo) (in dollari $/m2)
P4 per interni (alta risoluzione) a colori1800290500
P6 per interni a colori1800290500
P6 (alta risoluzione) a colori per esterni7000375650
P8 per esterni a colori7000400700
P10 per esterni a colori7000450790
Risparmio energetico P10 per esterni a colori7000200350

Conclusione

Dopo aver compreso l'importanza del consumo energetico e un metodo affidabile per farlo scegli uno schermo LED, sarebbe abbastanza facile per gli acquirenti fare la scelta giusta. Quindi, analizza i requisiti, elenca le opzioni e prendi una decisione dopo un'analisi e una ricerca approfondite.

L'autore

Kris Liang

Kris Liang

Fondatore/esperto di display LED

Kiris Liang è il fondatore di Doitvision. Oltre 12 anni nel settore visivo a LED. Piena passione di LED, designer di prodotto e capo venditore. Cercasi compagno di squadra tecnico/marketing/vendite.

Connettere le persone con i display a LED.

E-mail: kris@doitvision.net