WhatsApp: +86 -1866 -5800-742 info@doitvision.com

Differenza tra scala di grigi e luminosità degli schermi a LED

by | marzo 11, 2024 | Blog | 0 commenti

Dai giganteschi schermi pubblicitari a LED per esterni alle pareti per interni, i display a LED sono ovunque. Quando acquisti display a LED, probabilmente hai sentito parlare dei concetti di scala di grigi e luminosità nei display a LED, ma in che modo sono correlati e diversi?

Cos'è la scala di grigi del display LED?

Display LED in scala di grigi

La scala di grigi di un display a LED è l'intervallo di livelli di luminosità visualizzabili tra il nero più scuro e il bianco più luminoso. Essenzialmente, è lo spettro dei livelli di grigio che un pixel LED può produrre. Ogni pixel in un display LED può essere modificato in intensità per produrre diverse sfumature di grigio, che migliorano la profondità e il dettaglio dell'immagine complessiva. Il numero di livelli di grigio che un display LED può produrre influisce direttamente sulla sua capacità di visualizzare immagini dettagliate e realistiche. Livelli di grigio più elevati consentono transizioni più fini tra i toni, migliorando la qualità dell'immagine attraverso trame più dettagliate e gradazioni più uniformi.

Cos'è la luminosità del display LED?

Differenza tra scala di grigi e luminosità degli schermi a LED 1

La luminosità di uno schermo LED si misura in nit o candele per metro quadrato (cd/m²) e si riferisce all'intensità della luce emessa dallo schermo. Misura la quantità di luce prodotta dallo schermo e influenza il modo in cui i contenuti vengono visualizzati in varie condizioni di illuminazione. La luminosità è un attributo chiave dei display a LED, in particolare per i display a LED per esterni esposti alla luce solare diretta. Al contrario, gli schermi per interni potrebbero richiedere una luminosità inferiore, ma devono comunque essere regolati in base alle condizioni di luce ambientale per garantire comfort e prevenire l’affaticamento degli occhi.

La differenza tra scala di grigi e luminosità negli schermi a LED

Scala di grigi e luminosità si intrecciano nella definizione della qualità visiva di un display a LED. La profondità della scala di grigi richiede un controllo preciso del livello di luminosità di ciascun pixel per riprodurre le varie sfumature tra bianco e nero. Sono un collegamento di equilibrio. Aumentare la luminosità di uno schermo LED senza regolare adeguatamente la scala di grigi può provocare un'immagine sbiadita che perde dettagli squisiti. Al contrario, un monitor con un'eccellente scala di grigi ma una luminosità insufficiente potrebbe non ottenere l'effetto desiderato, soprattutto in ambienti luminosi.

Il miglioramento simultaneo di entrambi gli attributi garantisce che il display produca immagini vivide e realistiche con dettagli e contrasto ricchi. Alcuni i migliori produttori di display a LED, come DOITVISION spesso si sforzano di ottimizzare sia per la destinazione d'uso del display, sia per ambienti interni o esterni dove la luminosità è fondamentale.

Per chiarire la differenza tra scala di grigi e luminosità nei display LED, è possibile fare riferimento a quanto segue:

AspettoScala di grigiLuminosità
DefinizioneSi riferisce alla gamma di sfumature tra il nero e il bianco che un LED può visualizzare, senza coinvolgere il colore. Rappresenta la variazione di intensità della luce che i pixel possono produrre per creare diverse sfumature.L'intensità percepita della luce emessa dal display, che influenza quanto luminoso o scuro appare lo schermo allo spettatore.
Scopo principaleUtilizzato per trasmettere immagini, determinando la chiarezza e il dettaglio dell'immagine consentendo la rappresentazione di diverse sfumature di grigio.Controlla la visibilità complessiva del display, influenzando la facilità con cui il contenuto può essere visto in varie condizioni di illuminazione.
Informazioni trasmesseContiene solo informazioni sulla luminosità per rappresentare diverse sfumature dal nero al bianco, consentendo la rappresentazione di immagini in vari gradi di luce senza colore.Rappresenta il livello di intensità luminosa emessa dallo schermo, che influisce sulla luminanza e sulla visibilità del display.
Impatto sulla qualità dell'immagineInfluisce sul dettaglio e sulla trama dell'immagine, consentendo contenuti visivi sfumati con profondità e realismo attraverso la rappresentazione di più sfumature.Influenza la capacità del display di essere visto e interagito, soprattutto in ambienti con condizioni di luce variabili, e influisce sulla vivacità complessiva dell'immagine.
Rapporto con il coloreNon contiene informazioni sul colore; si concentra sui livelli di luminosità per ottenere la percezione della profondità e dei dettagli nelle immagini.Funziona insieme sia al colore che alla scala di grigi per migliorare l'impatto visivo del display, influenzando quanto vivido e dinamico appare il contenuto.

Come regolare la scala dei grigi di un display a LED

La regolazione della scala di grigi di uno schermo a LED comporta la calibrazione del display per garantire che riproduca accuratamente l'intero spettro dei toni della scala di grigi tra bianco e nero. Esistono due modi principali per controllare la scala di grigi dei LED: regolando la corrente e utilizzando la modulazione di larghezza di impulso (PWM).

Regolazione della corrente che scorre attraverso il LED

Il primo metodo prevede di variare la quantità di corrente che scorre attraverso il LED. In genere, i LED hanno una corrente operativa continua di circa 20 mA, ad eccezione dei LED rossi, che possono presentare saturazione al di sopra di un certo livello. Per la maggior parte dei LED, l'uscita in scala di grigi è proporzionale alla corrente che li attraversa, quindi regolando la corrente è possibile regolare il livello di luminosità.

Modulazione di larghezza di impulso (PWM)

Il secondo metodo è la modulazione della larghezza dell'impulso, che utilizza le proprietà visive effimere dell'occhio umano. Accendendo e spegnendo rapidamente i LED in periodi di tempo molto brevi (regolando la durata (o l'ampiezza) dell'impulso "on" rispetto al periodo "off" (duty cycle)), PWM può simulare una varietà di livelli di luminosità. Finché il ciclo degli impulsi luminosi viene ripetuto abbastanza velocemente (garantendo un'elevata frequenza di aggiornamento), l'occhio umano percepisce un'emissione luminosa costante senza sfarfallio, consentendo il controllo dei livelli di grigio. Data la sua idoneità al controllo digitale, la PWM è ampiamente utilizzata nei display a LED, gestiti da microcontrollori o computer per la visualizzazione di contenuti dinamici.

Sistemi di controllo display a LED

I moderni schermi LED utilizzano tipicamente il PWM per il controllo in scala di grigi e lo integrano nel loro sistema di controllo, che consiste nella scatola di controllo principale, nella scheda dello scanner e nel pannello di visualizzazione stesso. La casella di controllo riceve i dati sulla luminosità dei pixel dalla scheda video del computer e li ridistribuisce a più schede scanner. Ciascuna scheda di scansione gestisce uno specifico numero di righe (o colonne) sul display LED, trasmettendo segnali di controllo ai singoli LED in modalità seriale.

Trasmissione seriale dei segnali di controllo del display

Esistono due metodi principali per la trasmissione seriale dei segnali di controllo del display:

Controllo centralizzato della scala di grigi: La scheda di scansione scompone il valore della scala di grigi di ciascun pixel (tramite PWM) e invia segnali di impulso per attivare di conseguenza i LED. Questo metodo richiede meno componenti, ma trasmette una grande quantità di dati poiché sono necessari più impulsi per ciascun pixel a diversi livelli di scala di grigi. A causa delle limitazioni di frequenza del dispositivo, questo metodo in genere limita la visualizzazione a livelli di grigio inferiori, ad esempio 16 passaggi di colore.

Modulazione distribuita della larghezza dell'impulso: In questo metodo, la scheda di scansione trasmette un valore binario in scala di grigi a 8 bit a ciascun LED e ciascun LED ha il proprio modulatore di larghezza di impulso per regolare la durata del bagliore. Ciò riduce significativamente la necessità di trasmissione dati seriale ad alta frequenza perché sono necessari meno impulsi per ciclo, rendendo più semplice ottenere livelli di grigio più elevati, come 256 sfumature di colore, riducendo al contempo la larghezza di banda dei dati.

In pratica, per regolare la scala di grigi di un display a LED, potrebbero essere necessari software e apparecchiature specializzate. Di seguito sono riportati i passaggi abbreviati:

Apparecchiature e software di calibrazione: Utilizzare un colorimetro o un fotometro progettato per display LED e un software di calibrazione, come il software di correzione LED Novastar, che può essere regolato per corrispondere ai livelli di scala di grigi standardizzati.

Impostazione del livello del nero: Regolare innanzitutto il livello del nero del display per garantire che i neri più scuri siano quanto più profondi possibile senza perdere i dettagli nelle scene buie.

Correzione gamma: Questo passaggio prevede la regolazione del valore gamma del monitor. Una corretta correzione della gamma garantisce che la scala di grigi sia lineare per l'occhio umano, migliorando così la qualità complessiva dell'immagine.

Test finale e regolazione: Dopo le regolazioni iniziali, il monitor viene testato con una serie di immagini per garantire che la resa della scala di grigi sia completamente accurata.

Cosa succede a un display LED se la scala di grigi non è impostata correttamente?

Display LED da concerto

Se le impostazioni della scala di grigi su un display LED sono configurate in modo errato, ciò può portare a una serie di effetti dannosi che possono compromettere le prestazioni del display e l'esperienza dello spettatore. Di seguito sono elencati esempi di potenziali errori:

Perdita di dettagli dell'immagine e distorsione del colore

Problema: Impostazioni inadeguate della scala di grigi possono ridurre il numero di livelli di luminosità che possono essere visualizzati sul display, con conseguente perdita di dettagli dell'immagine.

Effetto di esempio: Piccole gradazioni del cielo o della trama in una scena naturale diventano sfocate e potrebbero non riprodurre accuratamente i colori, producendo toni innaturali o distorti, particolarmente evidenti nelle immagini dettagliate o con texture come i volti umani.

Contrasto e nitidezza dell'immagine ridotti

Problema: una scala di grigi errata influisce sulla capacità del monitor di distinguere tra gli elementi più chiari e quelli più scuri, influenzando il contrasto generale e la nitidezza dell'immagine.

Effetto di esempio: Le immagini potrebbero apparire troppo luminose o troppo scure, compromettendo la profondità e la ricchezza del contenuto visivo. I dettagli potrebbero essere sfocati, rendendo difficile la distinzione tra i diversi elementi dell'immagine.

Energia sprecata e durata di vita ridotta

Problema: Impostazioni eccessive della scala di grigi possono comportare una luminosità eccessiva, un aumento del consumo energetico e ridurre la durata del monitor.

Effetto di esempio: costi operativi e impatto ambientale più elevati dovuti allo spreco di energia, mentre la qualità del display si deteriora più rapidamente nel tempo, inclusi problemi come pixel scadenti o luminosità incoerente.

Diminuzione dell'esperienza del pubblico

Problema: l'effetto cumulativo di questi problemi riduce significativamente il divertimento dello spettatore.

Effetto di esempio: Una combinazione di immagini sfocate, colori distorti e contrasto insufficiente può affaticare lo spettatore, rendendo scomoda o meno coinvolgente la visione prolungata di uno schermo.

Riassumere

Sia la scala di grigi che la luminosità di un display LED sono importanti per ottenere una qualità dell'immagine ottimale. Una buona luminosità garantisce che il display LED possa essere facilmente visto in una varietà di condizioni di illuminazione, mentre la profondità del grigio aggiunge sfumature e dettagli all'immagine, rendendo il contenuto realistico, realistico e vibrante. Che si tratti di pubblicità esterna, schermi LED per interni per l'intrattenimento, DOITVISION farà del suo meglio possibile, quindi non esitate a contattarci se avete bisogno di un display LED di alta qualità.

FAQ:

Qual è la differenza tra la scala di grigi dei display LED per interni ed esterni?

Le differenze tra i requisiti della scala di grigi dei display LED per interni ed esterni, come questa:

caratteristicaIndoor Display LEDOutdoor Display LED
Requisiti della scala di grigiLivelli di scala di grigio più elevati (ad esempio, 10 bit, 12 bit)Livelli di scala di grigio inferiori rispetto agli interni, ma comunque significativi per il mantenimento del contrasto e dei dettagli dei colori
Illuminazione ambientaleIlluminazione interna relativamente stabileVaria significativamente con la luce solare diretta e le ombre
Vicinanza al pubblicoDistanze di visione più ravvicinate richiedono dettagli più fini e cambiamenti di coloreTipicamente visto da distanze maggiori; l'attenzione è rivolta alla luminosità e al contrasto
Qualità delle immaginiRichiede effetti immagine delicati e realistici con colori più ricchi e dettagli più chiariDà priorità alla chiara visibilità in varie condizioni di illuminazione, enfatizzando la luminosità e il contrasto rispetto ai dettagli
Prestazioni in scala di grigiMirato a visualizzare più livelli di luminosità per un'esperienza visiva ricca di sfumatureGarantisce un'adeguata scala di grigi per mantenere il contrasto cromatico e i dettagli in condizioni di luce intensa
Ottimizzazione del sistema di controlloEssenziale per migliorare la scala di grigi e la riproduzione dei coloriFondamentale per bilanciare luminosità, contrasto e scala di grigi per ottimizzare la visibilità esterna

L'autore

Kris Liang

Kris Liang

Fondatore/esperto di display LED

Kiris Liang è il fondatore di Doitvision. Oltre 12 anni nel settore visivo a LED. Piena passione di LED, designer di prodotto e capo venditore. Cercasi compagno di squadra tecnico/marketing/vendite.

Connettere le persone con i display a LED.

E-mail: kris@doitvision.net